VISUALIZZATORE DELLA RETE DEL PATRIMONIO ESCURSIONISTICO REGIONALE (RPE-PIEMONTE)

Questo strumento è stato progettato e realizzato per consentire la visualizzazione, consultazione e interrogazione delle banche dati del Patrimonio escursionistico della Regione Piemonte (RPE-Piemonte. Si tratta quindi di uno strumento rivolto principalmente al personale tecnico degli enti pubblici locali, comunità montane e province per rispondere all’esigenza di consultare la banca dati e verificare i percorsi del catasto regionale presenti sul proprio territorio alla luce delle necessità poste dall’applicazione della LR 12/2010 sul patrimonio escursionistico.

Attualmente sono consultabili i percorsi della rete escursionistica suddivisi per provincia. Si vedrà che per ogni provincia piemontese compaiono due file dei percorsi, validati e non validati. I percorsi validati sono quelli già rilevati con strumenti GPS e sottoposti alle procedure di normalizzazione cartografica ed alle verifiche necessarie per la loro introduzione nelle banche dati della RPE-Piemonte.

Possono dunque essere considerati corretti e, salvo problematiche locali non presenti al momento del rilievo, il loro tracciato è da considerare preciso ed affidabile.
I percorsi non validati sono quelli i cui tracciati derivano per lo più da una semplice restituzione cartografica a partire da cartografie e dati preesistenti; questi tracciati devono ancora essere verificati in campo. Sono da considerare quindi indicativi e forniscono comunque informazioni per quanto riguarda il punto iniziale e finale e i principali punti intermedi attraversati dal percorso. Per ogni percorso, oltre al codice del catasto regionale, sono riportate le informazioni di minima che lo caratterizzano, ovvero i punti iniziali e finali con le quote relative.
Il codice deriva da un sistema di classificazione nazionale del CAI ed è composto da 11 caratteri di cui il primo identifica la regione (sempre E), il secondo e il terzo la provincia (sigla ACI, es: TO, AT, AL ecc) il quarto la zona (suddivisione maggiore a livello di macroaree che raggruppano ad esempio più valli o sistemi montuosi, complessi collinari o ambiti di pianura), il quinto il settore (suddivisione base del catasto a livello di valli o di altri ambiti definiti sia in base a suddivisioni amministrative che morfologiche), il sesto e settimo il numero del percorso (99 numeri possibili per ogni settore), l’ottavo l’eventuale responsabile della manutenzione. Gli ultimi tre caratteri sono infine riservati alla caratterizzazione di eventuali varianti (in genere 00A, 00B ecc.).

Le principali funzionalità attive nel sistema sono le seguenti:
  • Visualizzazione dei temi presenti ovvero percorsi della rete escursionistica divisi per provincia e in validati/non validati, settori della rete, comuni e fondo topografico.
  • Interrogazione degli attributi presenti.
  • Ricerca basata su uno degli attributi sopra elencati.
  • Stampa di estratti cartografici basati sulla finestra visualizzata al momento dall’utente.

Nel visualizzatore è utilizzato un fondo topografico a colori che in alcuni casi potrebbe non permettere una stampa efficace.
Il fondo topografico verrà sostituito il prima possibile con uno in bianco e nero, per una maggiore leggibilità dei dati.

Qui è possibile accedere al visualizzatore (sentieri.ipla.org)